lunedì 6 febbraio 2017

2/2015 Quando l'imperatore era un Dio


Quando l'imperatore era un Dio
Julie Otsuka
pag. 137
ed. Bollati Boringhieri
****

Secondo libro di Julie Otsuka, dopo "Venivamo tutte per mare" e racconta idealmente cose successe alle "spose in fotografia" del primo libro.

Dopo lo scoppio della guerra, dopo Pearl Harbour, dopo l’ordine di evacuazione del febbraio 1942 che le costrinse a lasciare le loro abitazioni per essere internate nei campi di lavoro, come se fossero dei nemici, e costituissero un pericolo per gli americani.
Come se loro non fossero americani, anche se di origine giapponese, senza tenere conto che i bambini frequentavano le scuole, avevano amici.
Vengono spinti nel giro di poche ore ad abbandonare la loro casa, portandosi il minimo indispensabile per essere trasferiti altrove, caricati su treni, obbligati a partire per una destinazione ignota.

Non ero a conoscenza di questa parte della storia della seconda guerra mondiale, e mi ha fatto molto piacere poter leggere e imparare anche di queste ingiustizie.
Alcuni mesi fa ho visto un film ambientato proprio all'interno di uno di questi campi, che mi ha dato modo di approfondire questo tema, che mi piacerebbe conoscere più a fondo.

sabato 4 febbraio 2017

5/2017 Rosso Malpelo e La Roba



Rosso Malpelo e La Roba
di Giovanni Verga
****

Come dicevo in un post di diversi anni fa, ho avuto una docente al ginnasio che mi ha fatto conoscere e amare Verga, Pirandello e Carducci, fra gli altri,
Mia figlia li sta facendo ora a scuola, e le ho chiesto in prestito i due testi.
Li ho letti con piacere, amandoli ancora di più, con una consapevolezza da adulta, e mi ha fatto riflettere se davvero leggerli durante l'adolescenza, spesso obbligati dal corso di studi, ce li faccia apprezzare davvero come dovrebbe.
Mi auguro che queste due novelle siano l'inizio per rileggerne parecchie altre.

Rosso Malpelo
racconta la storia di Rosso Malpelo, chiamato cosi per il colore dei suoi capelli, che lavora in miniera con suo padre, e che viene bistrattato da tutti, anche da sua madre e da sua sorella.
Quando in miniera viene a lavorare Ranocchietto, un ragazzino che non può più svolgere il suo lavoro abituale a causa di una caduta, Malpelo si prende cura di lui, ma non con affetto, cercando di indurirlo e di prepararlo a difendersi dagli altri,

La Roba
questa novella parla di Mazzarò che da bracciante diventa il ricchissimo padrone di tutte le terre, terre molto fertili che producono raccolti eccezionali.
Ma Mazzarò, memore della povertà patita, non si gusta i frutti del suo duro lavoro, ma investe tutto quello che ha per comperare nuove terre.

venerdì 3 febbraio 2017

4/2017 Rosa Candida


Rosa Candida
di Audur Ava Olafsdottir
pag. 206
ed. Einaudi
****

Mi sono lasciata attirare soprattutto dalla copertina e ho fatto bene.
Ho seguito passo per passo Lobbi che partito dall'Islanda ha attraversato mezza Europa per andare a prendersi cura di un famoso roseto in un monastero, cercando di lasciarsi alle spalle un padre anziano, un fratello autistico, il ricordo della mamma appena morta e una bimba nata dall'incontro di una notte.
Ho amato moltissimo questo ragazzino alla ricerca di se stesso che si pone parecchie domande sulla vita e sulla morte, tanto quanto mi  ha irritato la mamma della sua bambina.
Mi sarebbe piaciuto sapere i nomi dei paesi che ha attraversato, cosi come sapere in che nazione era il monastero.

Ma di sicuro lo consiglio, mi ha lasciato la voglia di leggere altri libri ambientati in Islanda.

giovedì 2 febbraio 2017

3/2017 Ethan Frome


Ethan Frome
di Edith Wharton
pag. 145
ed. Rizzoli
****

Ho conosciuto questo libro in seguito alla segnalazione di Michele Fazioli per il "Circolo dei libri", purtroppo non riesco a partecipare ai loro incontri, ma seguo spesso i consigli di lettura.
Mi ha catturato fin dalle prime pagine e mi ha ricordato molto Stoner di John Williams.
L'ho trovato molto attuale anche se è stato scritto nel 1911.

Racconta la storia di Ethan Frome, che vive in un paesino del Massachusetts ed è ambientato tutto in inverno, forse per rendere ancora più un senso di freddo nella vita di Ethan, fatta di poche gratificazioni e di molto lavoro. Sposato con la meschina Zeena, di qualche anno più grande di lui ma che ne dimostra parecchi in più, sembra trovare un raggio di luce quando la cugina di Zeena, Mattie, viene a vivere in casa loro.

2/2017 Amiche di penna


Amiche di penna
di Marosella di Francia
e di Daniela Mastrocinque
pag. 193
ed. Mondadori
****


Ho scelto questo libro per la sfida di LeggiAmo, mi serviva un romanzo epistolare e durante il mio giro per librerie ha subito catturato la mia attenzione.
Devo purtroppo ammettere che non ho letto ne Anna Karenina ne Madame Bovary, e se da una parte il libro mi ha dato modo di conoscere a grandi linee le due storie, non mi ha nemmeno invogliato a leggerle, soprattutto quando ad un certo punto le due storie si intersecano con un terzo personaggio famoso.

Trama:
Mentre è in viaggio in Italia con il suo amante Vrónskij, Anna Karénina avvia quasi per caso una corrispondenza con Emma Bovary, una signora francese che abita in provincia. Per sfuggire alla monotonia della propria vita, Emma cerca rifugio nei piaceri della letteratura e quindi non esita a consigliare ad Anna di leggere L'epistolario di Abelardo ed Eloisa, che l'ha conquistata. Anche sulla spinta di questa comune passione, le due donne iniziano a scriversi con assiduità e a scambiarsi racconti, chiacchiere e considerazioni sulle rispettive esistenze, che in parte ricalcano la trama dei romanzi di cui sono protagoniste, in parte la reinterpretano o la reinventano. Mentre la corrispondenza tra Anna ed Emma si fa sempre più intima e disinibita, a una festa in casa Guermantes Anna incontra Charles Swann, che la introduce nei fascinosi ambienti di una Parigi a lei sconosciuta, l'accompagna al Père-Lachaise sulla tomba di Abelardo ed Eloisa, all'atelier di Degas, ai caffè degli impressionisti e soprattutto le presenta la sua amante, la cocotte Odette de Crécy. Nel frattempo, a Rouen, Emma incontra a teatro Rossella O'Hara e Rhett Butler: prigioniera delle sue passioni e ostinata nel desiderio di evadere dal meschino orizzonte borghese, progetta di partire per l'America con la sua nuova ed effervescente amica... Lettera dopo lettera prende dunque forma una galleria di personaggi femminili indimenticabili: donne romantiche, appassionate e sognatrici oppure irrisolte, ciniche, disincantate. Anna ed Emma, specchiandosi l'una nell'altra, mettono a confronto con sempre maggiore intensità le rispettive concezioni dell'amore, si confidano, s'ingannano, s'inseguono, si sfiorano senza mai incontrarsi. Riusciranno a cambiare il proprio destino?